Tot. visite contenuti : 50147
Chi è online
 4 visitatori online


DAVIDE E IL DRAGHETTO LIBERTO!  


Questa è la storia di un bambino di nome Davide, è la prima volta che viene in piscina; è piccolo e si sente anche un pochino spaurito. Guarda un po’ di qua, un po’ di là , osserva con curiosità tutto ciò che gli gira intorno e pensa:

“Mi trovo proprio in una scatola gigante che contiene l’acqua!”. Ad un certo punto la sua attenzione viene catturata da uno strano personaggio che gli viene incontro. “Mamma mia…” esclama con stupore “…ma quello è un draghetto!”

“Ehi, ciao, mi chiamo LIBERTO, sono il draghetto Nuotatore della Libertas. Non temere, sono buono, anzi, proteggo tutti i bambini, li osservo e controllo che siano felici in piscina, e – aggiunge - io desidero che tutti i bambini dei nostri corsi di nuoto si divertano, giochino e facciano amicizia.

Sai quanto è più facile e bello imparare a nuotare divertendosi : un monte!.....e poi noi abbiamo istruttrici e istruttori sempre pronti a proporre gli esercizi giusti e nella forma corretta ma anche a fare e a ricevere dispetti, a giocare e sorridere.”

Davide ascolta sorpreso, mentre LIBERTO continua raccontando un episodio:

“Un giorno una bambina di nome Ginevra ha detto che i nostri istruttori sono un po’ birbi e un po’ maestri”.  A questo punto Davide appare un po’ pensieroso e dice: “Uffa! Ma io sono appena uscito da scuola, non voglio ancora maestri!”

“Ma no Davide - esclama LIBERTO Nuotatore - non essere preoccupato, è normale che il tipo di educazione e formazione che i bambini ricevono qui hanno criteri e metodi diversi da quelli che ricevi a scuola, abbiamo anche meno ore a disposizione, ma cercheremo comunque, pur nel nostro piccolo, di contribuire a farti crescere in maniera sana, nello sport.

E poi, hai mai sentito tutti quei dottori con i camicioni bianchi che dicono; “il nuoto è lo sport migliore per lo sviluppo del bambino?” e ancora, guarda lì, sulle tribune, quanti genitori e quanti nonni stanno a guardare le prodezze dei loro piccoli eroi!”

A quel punto Davide sembra tranquillizzato ma dà l’impressione che aspetti ancora un piccolo incoraggiamento per incominciare questa nuova avventura e tuffarsi nel fantastico mondo dello sport.

LIBERTO se ne accorge, gli fa un sorriso, lo prende per mano e lo porta verso l’acqua dove ci sono le istruttrici e gli istruttori che l’aspettano insieme agli altri bambini.

“Dai, entra in acqua - gli sussurra il draghetto - c’è una grande famiglia che ha voglia di conoscerti e di accoglierti.”

Da quel giorno sono ormai passati tanti anni e LIBERTO è sempre lì, pronto ad accogliere i bambini, ma è lì anche Davide che nel frattempo è cresciuto, è diventato istruttore di nuoto, ha terminato gli studi e mette a disposizione la sua esperienza e il suo tempo libero verso altri bambini.

Ultimo aggiornamento (Giovedì 27 Maggio 2010 13:14)